giovedì 19 marzo 2015

visita della "Dante Alighieri" di Klagenfurt



Gentile Sig.Segretario dell'Associazione "Amici di Venzone",

con la presente desidero ringraziare Lei, l’architetto e la presidente dell’associazione per la perfetta organizzazione della nostra gita, per la cordiale accoglienza e per il Vs impegno nel farci vedere le bellezze di Venzone e delle chiesette dei dintorni.
I partecipanti alla gita hanno apprezzato molto non solo le passeggiate, ma anche le spiegazioni, e il grande impegno che Voi tutti mettete per conservare e per far conoscere le bellezze di Venzone e dei dintorni. Per non parlare dell’ottimo pranzo!!
Per fortuna è andata bene anche la visita a Gemona dove abbiamo potuto constatare che la popolazione ormai sta tornando: nel centro storico abbiamo visto solo pochi i negozi vuoti e tanti appartamenti occupati.

Colgo l’occasione per rinnovare l’invito per una Vs gita in Carinzia perché ci piacerebbe poter ricambiare la Vs generosa disponibilità e farVi vedere qualche bellezza segreta della nostra terra.

Grazie ancora a Lei e a tutti quanti hanno contribuito alla riuscita della nostra gita con tanti cordiali saluti anche da parte dei partecipanti.

Trude Graue



*-*-*

Alcune foto della visita







sabato 14 marzo 2015

Venzone, visita della Dante Alighieri Gesselschaft

Sabato 14 marzo 2015 

accoglieremo una comitiva di trenta ospiti della Dante Alighieri Gesselschaft di Klagenfurt a Venzone, che ci ha chiesto di riproporre la visita effettuata lo scorso anno in occasione della Settimana di Cultura Friulana organizzata dalla Società Filologica Friulana.

 Nella mattinata di sabato 14 marzo accompagneremo quindi gli ospiti austriaci alla scoperta dei "Segni di devozione popolare", visitando le chiesette di S. Giacomo e S. Caterina, della Madonna del Carmine e di S. Lucia. Immancabile sarà poi una visita del duomo di Venzone. Al termine della mattinata la comitiva si fermerà a Venzone per il pranzo, presso il ristorante Aghegole.

giovedì 5 marzo 2015

Per le antiche vie - l'evento


 
Sabato 28 febbraio un numeroso pubblico si è riunito nel Salone consiliare del Palazzo comunale per assistere alla presentazione del Premio letterario "Per le antiche vie". L'evento è stato organizzato dal Circolo d'arte e cultura Per le antiche vie, promotore del Premio, che ha sede a Montereale Valcellina e dall'Associazione Amici di Venzone. Il Premio prevede una sezione di narrativa per racconti brevi inediti ed è rivolto ai cittadini italiani o stranieri maggiorenni.
 Il presidente del Circolo Per le antiche vie Vittorio Comina ha esordito presentando le novità del bando 2015, giunto alla sua IV edizione, soffermandosi sull'importanza dell'ambientazione dei racconti in Friuli Venezia Giulia e sull'offerta del Premio, a cui sono abbinati anche un concorso d'arte e iniziative turistiche nel territorio di Montereale Valcellina e limitrofi.
Nella suggestiva cornice del Salone consiliare si sono poi avvicendati dei lettori volontari per interpretare alcuni racconti della scorsa edizione. Federica Rossi e Federico Di Bernardo hanno letto il racconto Fumula di Tatiana Azzola, venzonese vincitrice del Premio. Roberto Foglietta ha commosso la sala con la sua intensa lettura di Alla gentilezza di chi la raccoglie, racconto ambientato nella frazione di Carnia durante la II Guerra Mondiale, scritto dalla finalista Raffaella Cargnelutti di Tolmezzo. Infine, Lucia Londero ha letto Amiche di Giorgina Maria Barbacetto Muser di Paluzza, in cui si racconta la storia di un'amicizia nata a bordo dello storico tram che copriva la tratta Tricesimo-Udine.
A conclusione delle letture, la presidente degli Amici di Venzone Paola Fontanini ha invitato tutti i partecipanti a spostarsi nella Sala Patriarca Bertrando per un momento conviviale.

Per chi fosse interessato a inviare un racconto c'è tempo fino al 7 giugno. Il bando cartaceo del Premio e alcune informazioni sulla composizione della giuria 2015 si trovano presso la biblioteca di Venzone, oppure visitando il sito www.perleantichevie.it dove, nella sezione fotografica, si possono vedere tutte le foto dell'evento venzonese.

Con l'augurio di ritrovarci in futuro per un'iniziativa simile, ringraziamo il Circolo Per le antiche vie, i lettori e il pubblico, l'Amministrazione e il pievano di Venzone Don Roberto Bertossi per la concessione degli spazi.